L'ATENEO e LA CITTA'

PAGINE DEL SITO

CHI SONO

























1 dicembre 2009

QUEL FOGLIO DI ATENEO CHE ANTICIPO' ALCUNE CORREZIONI ALLA RIFORMA BERLINGUER DEL MINISTRO GELMINI

In questa pagina sono pubblicati gli otto numeri de L'Ateneo e la Città, foglio dell'Università di Teramo fondato e diretto dal sottoscritto, di critica alla riforma universitaria di Luigi Berlinguer, vista come strumento di degrado dell'università, dei suoi titoli e dei suoi docenti. Fra le battaglie tentate quella contro la folle disseminazione territoriale delle Università italiane, e contro la diminutio della figura del docente, fino all'assurda censura dei nomi dei dei professori ordinari, associati e ricercatori sulle guide e sul sito d'Ateneo. Oggi si sta tornando indietro e in particolare - come noto - la chiusura delle sedi periferiche in paesi e cittadine minori è uno degli obbiettivi dell'attuale ministro università Gelmini.

 



L'ATENEO e LA CITTA'

Selezione di articoli

MARIO NUZO
Presidente Fondazione Tercas
"... La nostra Università ha raggiunto, in un tempo relativamente breve, una posizione di rilievo nel mondo accademico italiano; alcuni dei professori che vi insegnano o vi hanno insegnato sono considerati autorevoli maestri nell'ambito delle loro discipline, le loro ricerche hanno prodotto risultati importanti per la scienza. Sono sorti corsi di laurea, guardati con grande interesse anche da ambienti esterni all'Università. A questi profili positivi se ne aggiungono altri meno soddisfacenti..." testo completo

ANGELO SPERANDIO
Sindaco di Teramo
"...E un fatto che nel portare avanti la soluzione dei problemi, il Comune tenga sempre ben presente l'Università nelle sue esigenze, ma anche con l'ottica tesa ad individuare quello che essa potrebbe restituire al territorio in termini di servizi (agli Enti Locali, agli Imprenditori) di cultura e di economia .. Lo spirito che ci anima è far sì che ci sai un'azione sinergica ... Ovviamente l'attività forte dell'unversità deve espletarsi nella città capoluogo; ciò non esclude il dipanarsi naturale e pertinente dell'Ateneo nel territorio, ma nel segno di una diffusione articolata che abbia il suo cuore e il suo cervello laddove l'Ateneo è nato "
testo completo

ALESSANDRO MONTI
Università di Camerino
collaboratore de Il Sole 24 ore
"... La riduzione generalizzata della durata dei corsi di laurea a tre anni, il conseguente depauperamento dei loro contenuti scientifici e culturali ... non hanno comportato l'attribuzione di una denominazione che segnalasse il ridimensionamento del titolo..."
testo completo

FRANCESCO ZANCHINI
Senato Accademico Università di Teramo

"Si riaccende su questa sede neutrale la polemica sui rapporti tra Università e territorio. L'iniziativa editoriale è interessante e colma un vuoto ..."
testo completo

L'articolo
di Mario Nuzzo
Presidente Fondazione Tercas

"... In questo contesto va inserita la più specifica riflessione relativa ai rapporti tra l'Università di Teramo e il suo territorio.La nostra Università ha raggiunto, in un tempo relativamente breve, una posizione di rilievo nel mondo accademico italiano; alcuni dei professori che vi insegnano o vi hanno insegnato sono considerati autorevoli maestri nell'ambito delle loro discipline, le loro ricerche hanno prodotto risultati importanti per la scienza. Sono sorti corsi di laurea, guardati con grande interesse anche da ambienti esterni all'Università. A questi profili positivi se ne aggiungono altri meno soddisfacenti. E' diffusa l'opinione che se sotto il profilo didattico il legame col territorio è forte nel senso che l'Università locale è considerata competitiva con quelle in cui prima della sua istituzione gli studenti della nostra regione si recavano tradizionalmente a studiare..." testo completo